Il visto

Per poter effettuare l’ingresso nel territorio della Federazione Russa, un cittadino straniero deve essere in possesso del visto, salvo nei casi previsti da altre disposizioni presenti all’interno dell’accordo internazionale.

Il visto deve essere ottenuto prima dell’ingresso nella Federazione Russa.

Il visto viene apposto all’interno del passaporto del cittadino straniero e contiene le seguenti informazioni: cognome e nome (sia in alfabeto latino che in cirillico), data di nascita, sesso, cittadinanza (o sudditanza), numero del passaporto, data di rilascio del visto, periodo di soggiorno autorizzato sul territorio della Federazione Russa, numero di invito per la Federazione Russa o di disposizione di un organo statale, periodo di validità del visto, finalità del viaggio, dati dell’organizzazione (o della persona fisica) invitante, numero di ingressi consentiti.

Alla cortese attenzione dei cittadini della Federazione Russa in possesso di altra cittadinanza.

Si prega di notare che in conformità con l’art. 6 della Legge Federale del 15 agosto 1996 N. 114-LF “Sulle modalità di uscita dalla Federazione Russa e di ingresso nella Federazione Russa”, “i cittadini della Federazione Russa effettuano l’uscita dalla Federazione Russa e l’ingresso nella Federazione Russa muniti di documenti validi, comprovanti l’identità del cittadino della Federazione Russa oltre i confini del territorio della Federazione Russa”.

In aggiunta a quanto sopra, in conformità con il comma 1 art. 6 della Legge Federale del 31 maggio 2002 N. 62-LF “Sulla cittadinanza della Federazione Russa”, “il cittadino della Federazione Russa in possesso di altra cittadinanza viene considerato dalla Federazione Russa soltanto cittadino della Federazione Russa, ad eccezione dei casi previsti da accordi internazionali della Federazione Russa o dalle leggi federali. L’acquisizione di un’altra cittadinanza da parte del cittadino della Federazione Russa non comporta la perdita della cittadinanza della Federazione Russa”.

In relazione a quanto sopra, è fatto espresso divieto di ottenere il visto per la Federazione Russa su passaporti stranieri.

Le categorie dei visti

In base al motivo dell’ingresso e della permanenza sul territorio della Federazione Russa, ai cittadini stranieri vengono rilasciati i visti delle seguenti categorie: diplomatico, ufficiale, ordinario, di transito o di soggiorno temporaneo.

Il numero di ingressi

Il visto ad ingresso singolo dà diritto ad un cittadino straniero di attraversare la frontiera della Federazione Russa una volta in entrata ed una in uscita.

Il visto ad ingresso doppio dà diritto ad un cittadino straniero di attraversare la frontiera della Federazione Russa due volte in entrata e due in uscita.

Il visto ad ingresso multiplo dà diritto a molteplici ingressi (più di due) nella Federazione Russa. Ai cittadini degli stati dell’Unione Europea aderenti all’Accordo, in possesso del visto ad ingresso multiplo, sono consentiti soggiorni nel territorio della Russia di massimo 90 giorni in totale (consecutivi o frazionati) per periodi di 180 giorni. In caso di violazione della suddetta regola è prevista una sanzione, in conformità con la legislazione russa vigente, fino al rifiuto dell’ingresso nella Federazione Russa.

I cittadini stranieri che intendano permanere in Russia per un periodo superiore a 3 mesi dovranno ottenere un visto per lavoro o per studio, in relazione allo scopo della visita, oppure ottenere un’autorizzazione a soggiornare temporaneamente o un permesso di soggiorno.